MBA Business Strategy, Governance of Organizations and Resilience

Generale

Descrizione programma

Il progresso e il mercato hanno dettato il corso delle società umane sin dall'era delle rivoluzioni industriali. Per tutto il diciannovesimo e ventesimo secolo, il problema principale era lo sviluppo. I paesi industrializzati erano il modello da seguire. All'inizio del XXI secolo, i limiti di questa dinamica cominciarono ad apparire. La vulnerabilità di uno stato non è più semplicemente misurata dalle sue difficoltà nello sviluppo stesso, come è avvenuto durante i dibattiti sulle relazioni Nord / Sud. I leader politici ed economici devono essere in grado di rispondere ai nuovi bisogni generati da vincoli geo-economici, sviluppi del mercato, crisi finanziarie e richieste di categorie socio-professionali.

La sopravvivenza di una popolazione in un dato territorio sta diventando un interesse vitale. Tale approccio va oltre la visione restrittiva della difesa economica e mette in evidenza le imperfezioni nella definizione degli interessi strategici convalidati dalla Commissione europea. Lascia anche i limiti della corrente di pensiero sovrana che si concentra sulla nozione di indipendenza.

La resilienza ha finora riguardato come valutare il colpo dopo lo shock e come trovare i modi per recuperare. Sembra decisivo per noi apprendere la mossa prima, durante e dopo lo shock, al fine di rendere le decisioni giuste da indebolirsi il meno possibile e di anticipare i problemi prevedibili.

obiettivi

  • Comprendi meglio gli sviluppi nel mondo di oggi;
  • Valutare le diverse forme di relazioni di potere;
  • Comprendere le esigenze delle organizzazioni in termini di resilienza.

Abilità acquisite

  • Identificare i mezzi d'azione per prevenire le crisi;
  • Condividi con i team una visione realistica dei problemi;
  • Articolare le questioni a breve e medio termine.

Prerequisiti accademici e / o professionali

  • Avere un percorso coerente in termini di formazione iniziale;
  • Avere una solida esperienza professionale;
  • Avere competenze in posizioni dirigenziali

pubblico

Leader, decisori, dirigenti, ecc.

programma

Seminario 1

Strategie organizzative e resilienza

  • Governance e resilienza.
  • Apprendimento statale della resilienza.
  • L'apprendimento economico della resilienza.
  • Apprendimento sociologico della resilienza.

Responsabile: Christian Harbulot, Didier Julienne, Patrick Cancel

Seminario 2

Mondo materiale e mondo immateriale

  • I limiti del mondo materiale.
  • L'emergere del mondo immateriale.
  • Un nuovo mondo da conquistare.
  • La questione del controllo.

Responsabile: Philippe Muller Feuga

Seminario 3

L'economia delle risorse

  • I rischi di carenza.
  • Problemi di dipendenza.
  • Le asce della conquista.
  • Strategie statali.

Responsabile: Didier Julienne

Seminario 4

Problema del potere economico

  • Nuove scienze politiche (scontro globale Cina / Stati Uniti, multipolarità, relazioni asimmetriche, potere condiviso).
  • Nuova economia politica (crescita del potere da parte dell'economia, differenze nei modelli di economia di mercato).
  • Blocchi del multilateralismo (OMC, Trans-Pacifico e abbandono del trattato transatlantico, ritorno alle relazioni bilaterali.
  • Le modalità di governance che cambiano ("Statica economica").

Direttore: Jérôme Laprée

Seminario 5

Mercato / territori

  • Le lezioni apprese dal lavoro di Fernand Braudel.
  • I rischi legati al disaccoppiamento delle problematiche di sviluppo.
  • Rischi connessi all'impoverimento.
  • I rischi associati alla disintegrazione dei territori.

Responsabile: Eric Delbecque

Seminario 6

Solidarietà strategica

  • Il concetto di solidarietà strategica (quadro storico, analisi comparativa dei paesi che praticano la solidarietà strategica).
  • Nuove priorità dello stato.
  • Alleanze pubbliche / private.
  • Il coinvolgimento della società civile

Responsabile: Christian Harbulot

Seminario 7

Strutturazione del mercato da parte degli stati

  • Politica di scelta rapida
  • Dinamiche di dipendenza.
  • Protezionismo mascherato.
  • Extraterritorialità della legge.

Responsabile: Jean-Michel Treille

Seminario 8

Strutturazione del mercato da parte delle aziende

  • Dominio tecnologico
  • Marketing normativo
  • Esenzione fiscale concorrenziale
  • Cultura di avvio.

Responsabile: Laurent Hassid

Seminario 9

La resilienza dell'economia alimentare

  • Il problema della redditività agricola.
  • La lotta per l'innovazione in agricoltura.
  • Dibattiti Societali.
  • La posta in gioco dell'arma alimentare.

Responsabile: Pierre Pagesse

Seminario 10

Leader in un mondo complesso e conflittuale

  • Strategie tecnologiche.
  • Strategie informative.
  • Strategie legali.
  • Strategie sociali.

Responsabile: Guy Philippe Goldstein

Seminario 11

Esercizio di resilienza

ammissioni

La Scuola offre la possibilità, per tutti i suoi corsi, di candidarsi online durante tutto l'anno: da gennaio a dicembre.

La selezione dei candidati viene effettuata su file (questionario di domanda CV) seguito da un colloquio motivazionale.

Condizioni di ammissione:

I professionisti devono avere un Master 1 convalidato per presentarsi al programma di Corporate Strategy Training , Governance of Organizations and Resilience e 3 anni di esperienza in stato esecutivo (studio caso per caso se il candidato presenta un file atipico) .

Ultimo aggiornamento Marzo 2020

Sulla scuola

Companies move with a crisis world where the development issue is completely linked to confrontation’s notion.

Companies move with a crisis world where the development issue is completely linked to confrontation’s notion. Leggi meno