Leggi la descrizione ufficiale

Il progresso e il mercato hanno dettato il corso delle società umane sin dall'era delle rivoluzioni industriali. Per tutto il diciannovesimo e ventesimo secolo, il problema principale era lo sviluppo. I paesi industrializzati erano il modello da seguire. All'inizio del XXI secolo, i limiti di questa dinamica cominciarono ad apparire. La vulnerabilità di uno stato non è più semplicemente misurata dalle sue difficoltà nello sviluppo stesso, come è avvenuto durante i dibattiti sulle relazioni Nord / Sud. I leader politici ed economici devono essere in grado di rispondere ai nuovi bisogni generati da vincoli geo-economici, sviluppi del mercato, crisi finanziarie e richieste di categorie socio-professionali.

La sopravvivenza di una popolazione in un dato territorio sta diventando un interesse vitale. Tale approccio va oltre la visione restrittiva della difesa economica e mette in evidenza le imperfezioni nella definizione degli interessi strategici convalidati dalla Commissione europea. Lascia anche i limiti della corrente di pensiero sovrana che si concentra sulla nozione di indipendenza.

La resilienza ha finora riguardato come valutare il colpo dopo lo shock e come trovare i modi per recuperare. Sembra decisivo per noi apprendere la mossa prima, durante e dopo lo shock, al fine di rendere le decisioni giuste da indebolirsi il meno possibile e di anticipare i problemi prevedibili.

obiettivi

  • Comprendi meglio gli sviluppi nel mondo di oggi;
  • Valutare le diverse forme di relazioni di potere;
  • Comprendere le esigenze delle organizzazioni in termini di resilienza.

Abilità acquisite

  • Identificare i mezzi d'azione per prevenire le crisi;
  • Condividi con i team una visione realistica dei problemi;
  • Articolare le questioni a breve e medio termine.

Prerequisiti accademici e / o professionali

  • Avere un percorso coerente in termini di formazione iniziale;
  • Avere una solida esperienza professionale;
  • Avere competenze in posizioni dirigenziali

pubblico

Leader, decisori, dirigenti, ecc.

programma

Seminario 1

Strategie organizzative e resilienza

  • Governance e resilienza.
  • Apprendimento statale della resilienza.
  • L'apprendimento economico della resilienza.
  • Apprendimento sociologico della resilienza.

Responsabile: Christian Harbulot, Didier Julienne, Patrick Cancel

Seminario 2

Mondo materiale e mondo immateriale

  • I limiti del mondo materiale.
  • L'emergere del mondo immateriale.
  • Un nuovo mondo da conquistare.
  • La questione del controllo.

Responsabile: Philippe Muller Feuga

Seminario 3

L'economia delle risorse

  • I rischi di carenza.
  • Problemi di dipendenza.
  • Le asce della conquista.
  • Strategie statali.

Responsabile: Didier Julienne

Seminario 4

Problema del potere economico

  • Nuove scienze politiche (scontro globale Cina / Stati Uniti, multipolarità, relazioni asimmetriche, potere condiviso).
  • Nuova economia politica (crescita del potere da parte dell'economia, differenze nei modelli di economia di mercato).
  • Blocchi del multilateralismo (OMC, Trans-Pacifico e abbandono del trattato transatlantico, ritorno alle relazioni bilaterali.
  • Le modalità di governance che cambiano ("Statica economica").

Direttore: Jérôme Laprée

Seminario 5

Mercato / territori

  • Le lezioni apprese dal lavoro di Fernand Braudel.
  • I rischi legati al disaccoppiamento delle problematiche di sviluppo.
  • Rischi connessi all'impoverimento.
  • I rischi associati alla disintegrazione dei territori.

Responsabile: Eric Delbecque

Seminario 6

Solidarietà strategica

  • Il concetto di solidarietà strategica (quadro storico, analisi comparativa dei paesi che praticano la solidarietà strategica).
  • Nuove priorità dello stato.
  • Alleanze pubbliche / private.
  • Il coinvolgimento della società civile

Responsabile: Christian Harbulot

Seminario 7

Strutturazione del mercato da parte degli stati

  • Politica di scelta rapida
  • Dinamiche di dipendenza.
  • Protezionismo mascherato.
  • Extraterritorialità della legge.

Responsabile: Jean-Michel Treille

Seminario 8

Strutturazione del mercato da parte delle aziende

  • Dominio tecnologico
  • Marketing normativo
  • Esenzione fiscale concorrenziale
  • Cultura di avvio.

Responsabile: Laurent Hassid

Seminario 9

La resilienza dell'economia alimentare

  • Il problema della redditività agricola.
  • La lotta per l'innovazione in agricoltura.
  • Dibattiti Societali.
  • La posta in gioco dell'arma alimentare.

Responsabile: Pierre Pagesse

Seminario 10

Leader in un mondo complesso e conflittuale

  • Strategie tecnologiche.
  • Strategie informative.
  • Strategie legali.
  • Strategie sociali.

Responsabile: Guy Philippe Goldstein

Seminario 11

Esercizio di resilienza

ammissioni

La Scuola offre la possibilità, per tutti i suoi corsi, di candidarsi online durante tutto l'anno: da gennaio a dicembre.

La selezione dei candidati viene effettuata su file (questionario di domanda CV) seguito da un colloquio motivazionale.

Condizioni di ammissione:

I professionisti devono avere un Master 1 convalidato per presentarsi al programma di Corporate Strategy Training , Governance of Organizations and Resilience e 3 anni di esperienza in stato esecutivo (studio caso per caso se il candidato presenta un file atipico) .

Programma insegnato a:
Francese

Vedi 4 più corsi della L'Ecole de Guerre Economique »

Ultimo aggiornamento March 1, 2019
Questo corso è Campus based
Date di inizio
Novembre 2019
Duration
11 mesi
Tempo pieno
Prezzo
12,700 EUR
Deadline
Per luogo
Per data
Date di inizio
Novembre 2019
Data di fine
Scadenza domanda

Novembre 2019

Location
Scadenza domanda
Data di fine